7 trucchi per migliorare il sonno

Un buon riposo è alla base della qualità di vita. Se mangiamo bene, svolgiamo attività fisica, ma non dormiamo bene di notte, tutto il nostro organismo ne risente. Ovviamente se abbiamo seri problemi di insonnia, sarebbe opportuno indagarne le cause, che possono essere di natura psicologica, ma a volte con dei piccoli e semplici accorgimenti possiamo migliorare la qualità del nostro sonno.

Ecco 7 semplici “trucchi” per riposare bene di notte, alcuni sembrano scontati, ma a volte trascuriamo proprio questi fattori apparentemente semplici e banali.

Una regola è per esempio quella di areare le stanze della nostra casa, assicurando un ricambio di aria continuo, ed evitare soprattutto che la camera da letto sia troppo calda. Il sonno infatti è favorito da una temperatura fresca,  tra i 15 e i 10 gradi.

Il buio è molto importante, è così che il nostro cervello riceve lo stimolo del sonno. Quindi spegniamo tutte le luci e chiudiamo bene le tapparelle: anche le luci provenienti dall’esterno possono infatti distrarci dal prendere sonno. L’ideale sarebbe quindi non avere il televisore in camera, o comunque   non utilizzare computer e televisione almeno un’ora prima di coricarsi, meglio un libro. Se non abbiamo la possibilità di oscurare completamente la stanza da letto, possiamo usare una mascherina.

Cuscino e materasso sono importantissimi per garantire un sonno ristoratore. Passiamo un terzo della nostra vita dormendo, quindi dobbiamo aver cura di scegliere bene i nostri compagni di sonno! Per il materasso, privilegiamo materiali naturali come il lattice naturale e la lana che riducono l’esposizione alle  tossine, e usiamo un buon coprimaterasso ipo-allergenico, anch’esso naturale, per proteggerlo.

Per quanto riguarda invece le abitudini e i comportamenti da assumere o evitare per prepararsi per un buon sonno, è fondamentale evitare di prendere caffé o altre sostanze eccitanti (anche fumare una sigaretta, poiché la nicotina è anch’essa stimolante), nelle ultime ore della giornata. Ricordiamo che anche l’alcol è stimolante. Va bene un bicchiere di vino rosso, perché si sa che “fa buon sangue”, ma non di più.

L’esercizio fisico fa aumentare il livello di endorfine nel corpo, aiutando a dormire meglio e migliorando la qualità del sonno. Tuttavia, l’esercizio fisico deve essere svolto durante la giornata e fino alle 19, altrimenti dormire diventerà un problem! Unica eccezione lo yoga ma non tutti i tipi di yoga e non tutti gli esercizi sono raccomandabili prima di andare a letto, ci sono degli esercizi adatti.

Cenare presto e con cibi leggeri è importantissimo: si dovrebbe cenare almeno due ore prima di coricarvi, perché la digestione, specie se difficoltosa disturba il riposo.

Come per l’esercizio fisico, anche il bagno o la doccia calda non dovrebbero essere fatti a ridosso del momento in cui si va a letto: l’aumento della temperatura corporea infatti non aiuta a conciliare il riposo notturno.

Ci sono infine dei rimedi naturali per sconfiggere l’insonnia, che possono essere utili nell’ambito di una strategia globale per migliorare il sonno.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *